Saper risolvere problemi

La vita di una mamma moderna è un SUDOKU
Deborah – mamma di Ravenna, 2009

Come posso raggiungere la sufficienza in italiano?

Come posso affrontare una crisi in famiglia?

Come posso dire di no a mio figlio senza sentirmi in colpa?

Come posso portare a termine tutte le scadenze di questo mese?

Cos'è

Risolvere i problemi significa individuare soluzioni efficaci ad una situazione problematica tenendo presente il contesto e le persone coinvolte, compreso se stessi.

Risolvere i problemi in modo efficace significa soddisfare sia i bisogni razionali e pratici che quelli relazionali ed emotivi.

Per poter trovare una soluzione è necessario avere compreso con esattezza il problema, quindi avere utilizzato il proprio SENSO CRITICO e successivamente utilizzare la propria CREATIVITÀ.

Chi riesce a risolvere problemi in modo efficace:

  • Comprende il problema
  • Individua più soluzioni
  • Sceglie la più efficace rispetto a:
    - Contesto (persone, ambiente, ecc...)
    - Propri bisogni, razionali, relazionali o emotivi

Perché svilupparla

Prima di tutto, va sfatato il luogo comune secondo cui questa competenza sia rilevante solo per gli adulti o gli adolescenti. In realtà tutti, anche i bambini, si confrontano quotidianamente con la soluzione di problemi per loro importanti.

Questa competenza sta nello sviluppo di un metodo, o di metodi, per affrontare i problemi; la soluzione ai problemi consegue al metodo (vedi "Come svilupparla?"). Tutte le volte che ci troviamo nella condizione di desiderare uno stato di cose diverso da quello in cui siamo, abbiamo bisogno di un processo cognitivo, una riflessione, una progettazione che ci aiuti a muoverci verso lo stato desiderato. Aver sviluppato ed allenato la capacità di risolvere problemi ci aiuta ad individuare la strada da intraprendere per una soluzione adeguata.

Chi non è capace ad affrontare i problemi con metodo rischia di accumulare tossine emotive e relazionali che possono rendere problematica la gestione delle emozioni, la comunicazione o la gestione delle relazioni; l'incapacità di risolvere problemi aumenta lo stress.

ESEMPIO:

Arriva per tutti i ragazzi, e per le loro famiglie, il momento in cui bisogna scegliere l'indirizzo scolastico o formativo. Supponiamo che io abbia chiaro che scuola voglio fare, ma l'istituto indicato è lontano e scomodo, come la mettiamo? Identifico bene il problema: sono i trasporti che non ci sono, o i soldi necessari per pagarli, o il tempo che ci vorrà e che verrà tolta dal resto della vita, oppure la mia difficoltà ad alzarmi la mattina? Solo adesso che ho chiaro il problema posso utilizzare la mia creatività ipotizzando più soluzioni, valutare le qualità di esse, e pensare a come portare avanti la migliore per me. Inoltre, se ho metodo nel fare tutto ciò, posso chiedere l'aiuto di altri – genitori, professori, maestri, amici, ecc...

Come svilupparla

Per sviluppare la propria capacità di risolvere i problemi è necessario fare allenamento con situazioni relativamente semplici all'inizio e via via sempre più complesse, per esempio parti da problemi che riguardano te stesso e nessun'altro, oppure una persona con cui hai un buon rapporto (per iniziare non è il caso di partire da "Come faccio a non litigare più con mio figlio di 16 anni?"...questo è un esercizio successivo :), un esempio può essere "Voglio andare in palestra 2 volte alla settimana ma esco sempre tardi dal lavoro"

Utilizza questa scaletta:

A) Definisci il problema:

a. Qual è esattamente il problema?

b. Qual è il mio obiettivo?

c. Pensa più soluzioni possibili senza valutarle, non meno di 3, meglio se 50 (vedi CREATIVITA' – esercizio del Braistorming)

B) Valuta le idee emerse:

a. Cosa pensi delle soluzioni emerse?

b. Quali sono le soluzioni migliori?

c. Quali ti piacerebbe mettere in pratica se potessi?

d. Quali sono le più realistiche in termini pratici?

e. Cosa farai tu personalmente per questo?

f. Quali sono le risorse (materiali, personali, relazionali, ecc...) che puoi utilizzare per le soluzioni che proponi?

g. Quali sono le sfide che potresti trovarti davanti?

h. Qual è il modo migliore per metterle in pratica?

C) Scegli:

a. Quale soluzione vuoi PROVARE (mettere alla prova)?

b. Quali azioni farai esattamente per mettere in pratica il tuo piano?

c. In quanto tempo riuscirai a risolvere i problema?

D) Verifica i risultati: decidi la data in cui fare questa verifica

le 10 lifeskills