A me gli occhi

Come catturare e mantenere l’attenzione e la partecipazione a km di distanza … o a 20 cm di vicinanza!

LIBRI1_MP orizzontale

di Manuela Paselli

Cosa anima questo libro? Da dove nasce il “perché”? Quali obiettivi si pone?

Questo libro nasce dal desiderio di dare significato ad uno spazio, quello dell’apprendimento in uno spazio digitale1, che per necessità e non per scelta, è diventato uno spazio di relazione e contatto. Così succede nella vita. Accanto al processo che portiamo avanti per evolverci e costruire un mondo migliore - che per l’associazione e la società di consulenza cui faccio parte è un mondo che si basa e persegue il concetto di benessere personale e organizzativo per tutti gli esseri viventi - accadono cose. E queste cose non sempre sono volute e desiderate, ma sono comunque possibilità nelle quali portare avanti la nostra identità: la passione e l'impegno nel promuovere le life skills, mossi da grande amore, rispetto e soprattutto fiducia nell'essere umano e negli esseri viventi.

In questo senso ringrazio le emozioni che ho provato nel febbraio 2020 quando è stato chiaro che per un periodo importante non avrei potuto incontrate le persone in presenza e organizzare le attività e progetti nel modo conosciuto e costruito nel tempo. La preoccupazione e il dispiacere che ho provato, che non ha comunque lasciato spazio alla rassegnazione, hanno creato la possibilità di prendermi il tempo necessario per capire e trovare modi nuovi e/o diversi per esserci. Ringrazio tutte le persone, organizzazioni, enti, aziende che hanno sentito la mancanza dei nostri percorsi e corsi perché ci hanno regalato la curiosità e il coraggio di metterci in gioco, andare oltre credenze, schemi o vie conosciute, sperimentare e scoprire un mondo di possibilità.

Quindi il focus di questo libro è condividere quello che ad oggi sappiamo, come comunità professionale e scientifica, di come si può facilitare e nutrire l’apprendimento delle persone (da 6 a 99 anni) dando significati ad un nuovo spazio, quello digitale. Contestualmente, se questo libro è nato durante la sperimentazione degli ambienti digitali - mettendo nero su bianco pratiche e metodologie – alcuni temi strategici trattati sono comuni e necessari anche alla didattica e formazione in presenza.

LIBRI3_MP orizzontale

Il principale strumento di questo libro sono le domande, perché ci ricordano che la questione non è trovare risposte valide per tutti i contesti, ma mantenere una mente aperta e curiosa, costruire significati assieme - in un processo cooperativo - e accogliere le emozioni come leve potenti che supportano l’apprendimento. Per questo ogni capitolo conterrà domande ed esercitazioni proposte come lavagne bianche in cui ciascun* potrà inserire significati, prassi, metodologie.

Ci accompagnerà, in questo percorso, un approccio metodologico che mette al centro la persona e tutti i suoi livelli - corporeo-emotivo, relazionale, cognitivo – integrata nel contesto sociale, storico e culturale di riferimento.


1 Con il termine spazio digitale, in questo testo, sono racchiuse tutte le forme di didattica o formazione, in modalità sincrona, che si avvalgono di piattaforme che creano spazi a distanza (quindi non in presenza fisica). Consapevole della complessità delle opzioni e delle differenze tra didattica a distanza, formazione a distanza e altre forma ibridate (come la didattica digitale o modalità che coniugano formazione sincrona e asincrona), in questo contesto si è scelto mantenere il focus sul tema dello spazio di non presenza fisica.


A chi è rivolto?
Il libro nasce aperto a tutti e tutte le persone curiose, a chi per professione conduce incontri formativi, educativi, riunioni in ambienti digitali. Ai colleghi e professionisti che desiderano, attraverso la condivisione di esperienze e conoscenze, condividere buone prassi. Ai genitori che hanno accompagnato i propri figli durante la DAD o la DDI. Agli e alle insegnanti che in questi anni hanno rivoluzionato la didattica per creare uno spazio di reale apprendimento.

Una scelta consapevole
Il libro è stato realizzato e pubblicato scegliendo un progetto che ci sta a cuore. Wordmage Edizioni è la casa editrice della Wordmage s.r.l., società di comunicazione fondata nel 2010 da un gruppo di ragazzi palermitani impegnati nel sociale. Attraverso l’attività editoriale e di promozione di autori e testi viene donato in beneficenza 1€ del prezzo di copertina di ciascun libro venduto attraverso il sito https://edizioni.wordmage.it. Questa quota non rappresenta un costo aggiuntivo per lettore, nasce della scelta della casa editrice di rinunciare a una parte del proprio utile.

FOTO1_MP_Specchio

Autrice – Manuela Paselli
Psicologa e Formatrice LIFE SKILLS® Italia e LIFE SKILLS® Business.

In ambito education coordino, progetto e conduco progetti formativi con focus su: life skills, intelligenza emotiva, apprendimento esperienziale, allenamento emotivo, coaching e sviluppo personale. Appassionata di apprendimento e di tecniche outdoor, credo fortemente nel potenziale relazionale delle persone. Coordino, progetto e conduco progetti educativi assistiti con gli animali (ex pet-therapy). Conduco percorsi clinici e individuali di allenamento emotivo e gestione delle emozioni per la persona (bambini/e, ragazzi/e, adulti). Operatore Gaia e Facilitatore PSYCH-K®

In ambito business ho ricoperto ruoli manageriali e consulenziali in ambito HR con particolare focus su formazione, intelligenza emotiva, organizzazione, assessment e piani di sviluppo, analisi di clima e potenziale. Attualmente coordino, progetto e conduco progetti consulenziali e formativi nell’ambito del benessere organizzativo, life skills e intelligenza emotiva in azienda.

Contributi
Il terzo capitolo è stato scritto da Barbara Quadernucci, le immagini nascono dalla penna digitale di Mariausilia Zoccarato.

Per acquistare il libro, vai allo shop online